Stefano Salvati
…aspetta faccio il serio

Quante volte ne avevamo parlato? In piazza a braccia incrociate, fra un servizio e l’altro, aspettavamo la prima partita e il primo gol. Lui di corsa, rubando pochi istanti al lavoro di cameriere che ha svolto tutta l’estate, noi più tranquilli, in attesa di una birra dopo una giornata di lavoro. Poi è stato proprio lui, Stefano Salvati, fra gli “atletici” della prima ora, a mettere a segno il primo storico gol della nuova realtà biancoblù.

Un’ottima intesa sulla fascia destra fra Matteo Proietti e Giovanni Serpietri, ha mandato quest’ultimo al cross, tocco al volo della farfalla biancoblù e 1-0.

Stefano, hai segnato il primo gol. Raccontaci gli attimi precedenti a quel tocco e quelli subito successivi.
Lo sapevo: già dall’inizio della partita sentivo che avrei segnato questo primo gol. Invece subito dopo tanta soddisfazione perché essendo la nostra prima amichevole, ci tenevo a giocare bene!

Lavoro a parte sei sempre presente agli allenamenti e non ti tiri mai indietro in quanto a impegno. Quanto ti sta piacendo questa squadra? E il gruppo? Lo spogliatoio?
Il gruppo bellissimo, siamo tutti ragazzi di Cerreto, mi sento come se giocassi nella prima squadra del paese. Siamo tutti ragazzi di qui e tutti quanti giochiamo per il paese.

Quanto è importante per te giocare per una squadra che porta il nome del tuo paese?
E’ molto importante perché è un’occasione per condividere quest’esperienza con dei ragazzi che conosco, facendolo con passione e non per i soldi.

Dopo tre settimane di allenamento, ripeto la domanda di rito. Chi sarà la sicurezza di questo campionato e chi la sorpresa?
Secondo me non ci sono né sorprese né sicurezze, l’unica arma che abbiamo è la forza del gruppo, uniti arriveremo lontano.

Vorrei ricordarti che quest’estate hai fatto una scommessa con il Presidente. Quanti gol dovrai segnare per non perdere la cena?
Mi impegnerò al massimo ogni partita per raggiungere ottimi risultati. E i gol verranno da sé! Il presidente Memmo mi pagherà sicuramente la cena.

In tanti parlano della tua costanza. Pensi di smettere prima o dopo natale?
Dipende di quale anno stai parlando – ride –. Comunque natale è assicurato.

Annunci